Le 5 ferite

IMPARA LE TECNICHE CHE HANNO RIVOLUZIONATO
IL MONDO DELLA MEDICINA OLISTICA
CREATE  DA LISE BOURBEAU

PERCHE’ NON PUOI MANCARE:

Ti è mai capitato che nella tua vita si ripresentino sempre le stesse problematiche e le stesse dinamiche?

Ti piacerebbe conoscere il perchè nelle tue relazioni incontri sempre la stessa tipologia di persona? E vuoi sapere come cambiare lo schema?

Ti interessa decodificare il significato metafisico di malesseri e di malattie con lo scopo di conoscerti meglio, accettarti ed amarti?

Vuoi sapere da dove nascono i sensi di colpa e come fare a debellarli?

COME PUO’ MIGLIORARE LA TUA VITA
DOPO IL SEMINARIO:

Comprenderai meglio le tue ferite emozionali e potrai vivere una vita più serena.

Affronterai in maniera diversa emozioni, relazioni, e ferite portando guarigione a quelli che sono i traumi del passato.

Imparerai ad accogliere ogni reazione che si scatena in te come elemento prezioso.

Imparerai a integrare le tue paure e le tue ferite e i tuoi limiti.

Capirai come non identificarti con l’Ego e guarire le tue ferite più velocemente,
eliminando la sofferenza.

Avrai una visione più chiara delle correlazioni nascoste per aiutarti a mettere in luce
i bisogni essenziali della tua Anima.

Lise Bourbeau ha creato un percorso che ci aiuta a comprendere queste dinamiche.

PROGRAMMA:

 

Questo seminario è dedicato alla scoperta di se stessi. Impareremo a scoprire in noi stessi le 5 più comuni ferite emozionali, perlopiù inconsce, che ci portiamo dentro sin dall’infanzia:

                        abbandono • ingiustizia • rifiuto • tradimento • umiliazione                          

Hai voglia di conoscerti di più e scoprire perchè certe relazioni sono più facili di altre?

Quando queste ferite sono attivate ti proteggi creando delle maschere che ti permettono di non sentire il dolore. Queste maschere ti portano a dei comportamenti ed attitudini che ti impediscono di essere te-stesso e danneggiano le tue relazioni.

In questo seminario imparerai, tra l’altro, a:

• Scoprire le 5 ferite dell’anima:
Rifiuto, Abbandono, Umiliazione, Tradimento e Ingiustizia
e da dove provengono;
• Identificare le 5 maschere che nascondono queste ferite;
• Capire i comportamenti ed attitudini associati alle maschere;
• Scoprire le forze nascoste dietro ogni maschera;
• Utilizare queste conoscenze nella vita quotidiana.    

In questo seminario impareremo a scoprire anche da dove vengono le 5 ferite, a identificare le 5 maschere che le nascondono, a comprendere i comportamenti e gli atteggiamenti associati a queste maschere, a individuare le forze nascoste dietro alle maschere e ad usare queste conoscenze nella vita quotidiana.

 

FERITA DEL TRADIMENTO:

Questa ferita si apre quando il bambino si sente tradito ed ingannato perché le persone, specialmente i genitori, non hanno mantenuto le promesse fatte. Tuttavia, questa è una situazione abbastanza comune, in quanto molti genitori fanno promesse che non mantengono, generando in questo modo nel bambino l’idea che il mondo sia un luogo inaffidabile  e che lui bambino non meriti le cose promesse o ciò che gli altri hanno. I bambini che soffrono di questa ferita fissano l’attenzione sul mantenimento delle promesse.

Chi soffre di questi problemi durante l’infanzia sviluppa una personalità perfezionista e sospettosa, che vuole avere tutto sotto controllo, non si lascia sfuggire nulla e non lascia niente al caso. Tuttavia, se non ci fidiamo delle persone terminiamo per diventare degli eremiti, isolati dal mondo, delle persone che non potranno mai ottenere nulla e che si sentiranno profondamente sole. Queste persone di solito si comportano con freddezza, cercano di costruire un muro nelle loro relazioni interpersonali e non lasciano che gli altri entrino nella loro vita privata. Questo atteggiamento, solitamente, è giustificato da un carattere forte. Tuttavia, obbedisce anche ad un meccanismo di difesa, uno scudo di protezione dall’inganno.
FERITA ABBANDONO

Abbandonare qualcuno significa lasciarlo, non volersene occupare. Molti confondono il rifiuto e l’abbandono; esaminiamo insieme la dif- ferenza: se per esempio in una coppia uno dei partner decide di respin- gere l’altro, lo rifiuta per non averlo più al suo fianco. Se invece deci- de di abbandonarlo se ne va, lo lascia, se ne allontana temporanea- mente o definitivamente.

La ferita vissuta nel caso dell’abbandono è sul piano dell’avere e del fare più che sul piano dell’essere come invece avviene con la feri- ta del rifiuto.

 

FERITA DELL’UMILIAZIONE
E’ l’azione di sentirsi sminuito di sminuirsi o di sminuire qualcun altro
ro oltraggiosamente. I sinonimi di questa parola sono “sminuire”, “ver- gogna”, “mortificazione”, “vessazione”, “degradazione”. Questa ferita comincia a farsi sentire o si risveglia tra l’anno e i tre anni di età. Qui parlo di “risveglio” perché vi ricordo che la mia teoria si fonda sul fatto che nasciamo avendo già deciso quali delle nostre ferite siamo venuti a risolvere, anche se dopo la nascita non ne siamo più.

FERITA DELL’INGIUSTIZIA

L’ingiustizia è caratteristica di una persona o di una cosa che manca di giustizia. Giustizia significa apprezzamento, riconoscimento, rispetto dei diritti e del merito di ognuno. Come sinonimi della parola giustizia, troviamo: rettitudine, equità, imparzialità, integrità. Una per- sona che soffre di ingiustizia è dunque qualcuno che non si sente apprezzato nel suo giusto valore, che non si sente rispettato o non crede di ricevere quanto merita. Si può soffrire di ingiustizia anche quando si riceve più di quanto crediamo di meritare. La ferita da ingiustizia, dunque, può essere causata pensando di disporre di mag- giori beni materiali rispetto agli altri oppure ritenendo di non riceverne abbastanza.

È una ferita che si risveglia nella fase di sviluppo dell’individualità del bambino, ovvero fra i tre e i cinque anni di età all’incirca, nel momento in cui prende coscienza d’essere un essere umano, un’entità a sé, con le sue peculiarità.
FERITA DEL RIFIUTO

La paura del rifiuto sorge non appena il bambino si rende conto di essere una persona indipendente dai suoi genitori, intorno ai due anni. In quel momento, il bambino comincia a cercare attivamente l’accettazione delle figure che sono importanti per lui. Se queste persone lo rifiutano, si creerà una ferita emotiva difficile da cicatrizzarsi, perché egli si creerà la convinzione di non essere abbastanza buono o degno di essere amato. Il rifiuto in età infantile provoca il disprezzo per se stessi e genera una bassa autostima. Queste sono persone che avranno costantemente paura di fallire e un disperato bisogno di ricevere l’approvazione degli altri.

CHI E’ LISE BOURBEAU

 

Lise Bourbeau, vive e risiede in Canada.

Dopo aver constatato quante poche persone si dichiarino felici, ha cominciato a indagare sulle cause di questa infelicità endemica.

Dal 1982, anno in cui ha creato il primo nucleo di quella che sarebbe diventata la Scuola “Ascolta il tuo corpo”, aperta in Canada nell’84, ha formato più di 40.000 persone, aiutandole a conoscere meglio se stesse attraverso la loro alimentazione, i disturbi, le malattie, e naturalmente le 5 ferite.
Oggi, la sua è la più grande scuola di crescita personale del Canada francese; si è diffusa in 22 paesi tra cui l’Italia. Lise Bourbeau ha venduto più di 3.000.000 di libri, tradotti in più di 20 lingue