Didattica Scuola Yoga

Il perCorso  della scuola Yoga proposta da Hasya ti accompagna passo passo in una esperienza globale per la tua salute e il tuo benEssere.

  • E’ un corso con Diploma di livello Nazionale C.S.E.N e Yoga Alliance. 250 ore Istruttore Yoga e secondo step di 250 ore per raggiungere il livello Insegnante Yoga.

Un perCorso dà la possibilità di seguire tutta la didattica necessaria per iniziare ad insegnare Yoga durante uno speciale susseguirsi di giornate durante il quale potrai fare l’esperienza profonda di conoscenza della pratica.

Dopo questi seminari potrai proseguire  con la possibilità di continuare la formazione eventualmente anche accedendo al secondo livello del programma formativo.

Questo perCorso come opportunità di iniziare un percorso formativo in un ambiente gradevole staccando la spina per un pò e fare una vera e propria full immersion di Yoga e Meditazione.

Durante i giorni del ritiro alterneremo teoria e pratica in modo da non stancarci mai e avere sempre la mente lucida per apprendere in modo divertente tutto quello che serve per praticare e insegnare lo Yoga correttamente, efficacemente e con gioia.

Che programma giornaliero si segue nel corso?

Il programma sarà distribuito nelle giornate del fine settimana alternando teoria e studio della filosofia alla pratica yoga e alla pratica di insegnamento supervisionata. Ecco di seguito l’orario che seguiremo ogni giorno:

  • 20.00 – 22.00 Teoria, Meditazione ( il venerdì sera)
  • 7.00 – 9.00 Pratica ( la Domenica)
  • 9.00 – 9.30 Colazione   
  • 10.00 – 13.00  Teoria e pratica
  • 13.00 – 13.30 Pranzo  
  • 15.00 – 18.00 Teoria e pratica
  • 19.00 – 21,00 Cena
  • 21.00 – 23.00 Attività ludico didattiche serali (questo può includere proiezione di filmati, pratiche di rilassamento e molto altro )

Il programma è appunto molto intenso ma sarà condotto in un’atmosfera rilassante e serena dando spazio alle dovute pause ricreative in perfetto stile associativo.

Un viaggio completo nelle otto branche (anga) dello Yoga

Seguendo questo livello di formazione diventi “Istruttore di Yoga”. Questo significa che alla fine di questo percorso sarai in grado di istruire in modo efficace e completo i tuoi futuri studenti nell’esecuzione delle pratiche fondamentali dello Yoga:

  • Asana di livello base/intermedio
  • Respirazione yogica completa
  • Pranayama di base
  • Meditazioni di base
  • tecniche di Rilassamento e Yoga Nidra

Quali basi filosofiche scientifiche studieremo in questo corso?

 

Nel I° Livello tutti i concetti chiave della filosofia di base dello Yoga Tradizionale vengono esplorati in modo che, anche se hai già affrontato questi argomenti, tu possa trovare nel corso gli elementi che chiudono il cerchio e restituiscono una comprensione completa della Filosofia e della scienza del Tantra.

Gli insegnanti che ti seguiranno nel periodo di formazione sono stati a loro volta formati sotto la guida di monaci e Maestri della tradizione del Tantra, l’antica cultura dell’India nell’ambito della quale si è sviluppato lo Yoga e che ha influenzato successivamente tutta la storia dell’Asia.

Dopo aver studiato una panoramica sui passaggi essenziali della storia e delle origini dello Yoga, affronteremo gli aspetti filosofici e scientifici di questa meravigliosa e vasta disciplina per avere chiari tutti gli elementi che ti daranno la conoscenza necessaria per distinguerti come Insegnante di Yoga.

A causa della crescente e veloce diffusione dello Yoga infatti, molti neo insegnanti sono poco ferrati su questi concetti avendo dedicato invece molto tempo alla pratica degli asana che hanno ormai conquistato il mondo grazie ai molti benefici che portano. Con queste basi invece sarai in grado di avviare i tuoi futuri studenti alla pratica dello Yoga dandogli da subito una visione onesta e completa di questa disciplina che mira a scopi ben più alti e profondi portando i benefici fisici quasi come un effetto collaterale positivo..

Imparerai a conoscere bene la scienza di:

  • Mantra e Yantra: cosa sono e come si usano
  • Anatomia sottile dello Yoga: Chakra e Nadi
  • AyuPsicologia: lo studio della relazione tra mente  e corpo secondo lo Yoga
  • Prana, l’energia vitale: come accumularla, armonizzarla e distribuirla nel corpo in sicurezza
  • Manas, la sfera della mente e le sue funzioni
  • L’alimentazione e l’igiene secondo lo Yoga

Le pratiche che imparerai a eseguire e insegnare saranno sostenute dalla comprensione dei seguenti aspetti teorici e filosofici:

  • Mantra e Bija Mantra: suoni potenti con effetti trasformativi  che germogliano attivando i chakra
  • Mula e Bandha: tecniche mirate che coinvolgono i muscoli profondi e sottili
  • Tantra Yoga  la scienza per l’espansione della coscienza

Ecco alcuni degli aspetti pratici che imparerai in questo corso:

  • Aspetti anatomici delle posizioni Yoga divise per categorie
  • Principi fondamentali di Allineamento e loro applicazione pratica
  • Come eseguire le asana in modo preciso sicuro ed efficace
  • Come eseguire correttamente i piegamenti in avanti, indietro e laterali
  • Come agire per aprire correttamente le spalle, il torace, l’addome e le anche
  • I fondamenti per creare sequenze di asana sicure ed efficaci
  • Come scegliere accuratamente le posizioni e le tecniche yoga in base ai benefici da ottenere dalla pratica
  • Imparerai a meditare davvero 🙂 in ogni sessione in cui ci incontreremo impariamo un nuovo aspetto tecnico della meditazione

Lo studio dell’anatomia:

Questa è una delle parti più intriganti del corso e la tratteremo da diversi punti di vista.

In questo livello della formazione ci occupiamo soprattutto del sistema osteo muscolare per comprendere come gli asana ad un primo livello di pratica abbiano soprattutto effetto su articolazioni, muscoli, tendini e legamenti.

L’anatomia dello Yoga è soprattutto interessante nel momento in cui viene applicata quindi una volta acquisite le basi teoriche (cosa sono e come funzionano muscoli, legamenti, tendini, ecc.) ci dedicheremo a vederla applicata alla pratica delle posizioni, dei movimenti e degli allungamenti tipici dello Yoga.

Faremo uno studio approfondito sulla pratica di insegnamento:

  • Come riconoscere nella pratica gli errori di esecuzione e allineamento
  • Come assistere (aiutare) gli allievi durante la pratica delle Asana a muoversi e raggiungere la posizione corretta
  • Come insegnare gli asana dando da subito l’impostazione giusta ai tuoi allievi
  • Come insegnare la respirazione Yogica in modo completo e profondo sulle basi delle conoscenze anatomiche
  • Correggere gli errori più tipici di esecuzione nella pratica del Pranayama
  • Condurre e guidare in modo eccellente una lezione di Yoga
  • Creare un ambiente
  • Guidare rilassamenti molto profondi con l’uso consapevole delle istruzioni e della voce
  • Comunicare in modo chiaro e semplice  le istruzioni corrette per la pratica e gli insegnamenti di base dello Yoga
  • Gestire i tuoi primi corsi di Yoga 
  • Introdurre gli allievi ai primi passi della Meditazione
  • Saprai rispondere ad una moltitudine di domande che gli allievi solitamente fanno all’insegnante Yoga

Come sarà arricchita la mia pratica personale?

Ci sono molti aspetti delle pratiche Yoga che generalmente vengono tralasciati per motivi di tempo nei corsi settimanali e che anche tu come Insegnante un giorno potresti voler insegnare in seminari  e masterclass di approfondimento appositi. Per esempio l’uso dei Bandha, dei Mudra, lo stesso Pranayama e i suoi aspetti sottili… in una lezione di Yoga settimanale vengono spesso tralasciati.

Questo è un vero peccato perché questi elementi fanno dello Yoga una pratica intensa e capace di trasformare l’individuo nel profondo. In questo corso imparerai tecniche e aspetti che miglioreranno notevolmente la tua pratica personale, tra i nostri studenti infatti ce ne sono diversi che seguono i corsi solo per migliorare la pratica personale e senza essere interessati ad insegnare.

Faremo chiarezza su alcune pratiche e attiveremo nel lavoro di gruppo occasioni per farti assistere mentre le perfezioni:

  • Vedremo bene quali sono e come usare i muscoli principali della respirazione e chiamare in gioco quelli accessori  per creare delle solide fondamenta che sostengano la pratica del pranayama
  • Soprattutto studieremo bene come funziona il diaframma, un muscolo importantissimo che col suo lavoro incessante rende possibile la vita e che continua a rivelare aspetti di se nuovi e inesplorati
  • Imparerai a creare sequenze di Asana molto armoniose e bilanciate e questo ti permetterà di sviluppare una pratica personale su misura per te che nel tempo potrai arricchire e perfezionare.

Materie del corso

Anatomia, Fisiologia e Postura

La conoscenza del corpo umano, del modo in cui i suoi organi apparati funzionano e di come perdono l’equilibrio, è fondamentale per un’istruttore Yoga che si propone di guidare i suoi allievi verso il raggiungimento di uno stato di benessere psicofisico ottimale.

Sebbene lo Yoga non sia solamente una pratica fisica, un lavoro concreto sul corpo è la base per il raggiungimento di uno stato di serenità interiore profondo.

Nei moduli formativi legati a queste materie imparerai ad applicare le conoscenze di anatomia alla pratica dello yoga per insegnare le asana, il pranayama e le altre pratiche in modo sicuro ed efficace salvaguardando articolazioni, organi, ecc

 Tecniche di Meditazione

Nell’ambito dello Yoga ed in generale delle discipline spirituali dell’oriente, si sono sviluppate, nel corso dei secoli, molte tecniche di Meditazione. Spesso le tecniche si differenziano in base alla scuola di pensiero o al contesto culturale in cui sono state sviluppate e collaudate.

La conoscenza delle basi comuni alle tecniche più diffuse, e lo studio approfondito di quelle strettamente legate allo Yoga, è l’oggetto di studio di questa materia.

Insieme allo studio teorico, una buona parte del tempo viene dedicata alla pratica guidata e supervisionata della Meditazione.

Filosofia orientale

Nella storia dello Yoga troviamo varie fasi in cui si sono sviluppate diverse scuole di pensiero che hanno cercato di spiegare in modo dettagliato la natura ed il senso dell’esistenza.

Comprendere le basi della filosofia yogica è essenziale per avere la padronanza delle tecniche Yoga avendone chiaramente compreso gli scopi reali. Questo dona a chi decidedi fare dello Yoga il proprio stile di vita, la capacità di riconoscere in modo chiaro se una determinata pratica o un certo stile, sia o meno coerente con i principi fondamentali di questa antica disciplina.

Studiando la filosofia orientale si finisce per scoprire che in realtà gli yogi e i saggi dell’Asia conoscevano molto bene gli aspetti della mente che oggi studiamo nell’abito della psicologia.

Tecniche di rilassamento

Yoga Nidra, questa è la parte dedicata al rilassamento e allo sviluppo della capacità di portare i ritmi vitali nella condizione ideale per permettere al corpo e alla mente di rigenerarsi e ritrovare l’equilibrio in profondità. Molte sono le tecniche sviluppate nell’ambito dello Yoga rivolte a questi scopi.

Comunicazione e ascolto attivo

Il rapporto con i propri allievi è uno degli aspetti chiave per dare vita ad un corso di Yoga in cui la crescita armoniosa e l’apprendimento sereno siano i punti di forza.

Spesso l’Insegnante Yoga diventa una figura a cui ci si rivolge per avere consigli o suggerimenti validi riguardo vari aspetti della vita. Ad esempio su come vinere lo stres o ritrovare una serenità perduta a causa di uno stile di vita disordinato…

Come sviluppare una lezione….

 

 Storia dello Yoga

Viene trattata un’introduzione alla lunga storia di questa disciplina per fornire gli elementi chiave che permettono di comprendere il suo sviluppo nel tempo e il modo in cui diversi metodi e stili si sono originati dalla sua forma originale.

Questa introduzione è fatta con l’intenzione di incoraggiare una approccio mentale aperto nei confronti dello Yoga che da sempre si adatta alle esigenze dell’uomo accompagnandolo nella sua evoluzione secolo dopo secolo e attraversando sistemi culturali diversi.

Scritture tradizionali

Inutile dirlo, lo studio dei testi fondamentali dello Yoga è indispensabile per chi si accinge a insegnare questa disciplina.

Oltre allo studio dei singoli testi (Yoga Sutra, Hata Yoga Pradipika, Gheranda Samhiita, Bhagavad Giita, Upanishad, ecc.) un lavoro di confronto tra essi che permetta di metterli in relazione con i contesti storico culturali in cui sono stati realizzati, permette di approfondire ulteriormente la conoscenza dello Yoga e della Meditazione.

Asana, Pranayama, Mudra, Bhanda e Kriya

Questa è la sezione pratica: posizioni, sequenze, esercizi di respirazione e di controllo dell’energia vitale, pratiche di purificazione e di sviluppo fisico, ecc.

Una grossa fetta di un corso di formazione per Insegnanti Yoga, si basa sulla pratica, tuttavia lo studio di ogni esercizio nei dettagli comporta l’esame dei benefici che produce, degli errori da evitare, delle regole per una pratica corretta, e di altri aspetti teorici che possono essere facilmente appresi quando usiamo il nostro corpo come un laboratorio in cui fare ricerca ed esperienza.

Yoga per avere Cura

Le posizioni (asana), le tecniche di respirazione (pranayama) e le pratiche di purificazione (kriya) dello Yoga, sono uno strumento potentissimo per ritrovare il benessere fisico e mantenerlo soprattutto quando la conoscenza di queste materie, messa in relazione agli effetti specifici di ogni esercizio Yoga, permette di creare sequenze terapeutiche.

Ayurveda

La scienza della visa secondo l’antica medicina indiana. Per usare lo Yoga in modo efficace come strumento dedicato allo sviluppo e al mantenimento del benessere psicofisico, la conoscenza di questa antica scienza è di grande aiuto. Le sequenze di asana infatti possono essere create in base alla propria costituzione se conosciamo i principi fondamentali dell’Ayurveda.

Integrare questa conoscenza con quella dell’anatomia e della fisiologia umana, porta l’Insegnante Yoga un passo avanti nel gestire lo sviluppo degli allievi.

Etica e deontologia

Nell’ambiente dello Yoga, in occidente soprattutto, si è già sviluppato un codice deontologico che basandosi sui principi tradizionali di questa disciplina. Parte del monte ore del corso di formazione viene dedicato allo studio di questi principi e agli aspetti dell’insegnamento che possono essere oggetto di regolamentazione da parte delle leggi italiane o regionali.

La regione toscana ad esempio ha appena approvato la legge che regolamenta le “discipline bio naturali” tra cui compare anche lo Yoga.

Organizzazzione e gestione di corsi e centri Yoga

Per poter mettere in pratica la capicità di insegnare questa meravigliosa disciplina, è necessario sviluppare parallelamente la capacità di dare vita ad un corso, ad un centro culturale, o ad altre attività legate allo sviluppo sul piano professionale.

Spesso chi si trova in sintonia con uno stile di vita yogico… fa un pò fatica ad occuparsi di contabilità, logistica, burocrazia…

Apprendere strategie valide e alcuni “trucchi” per rendere questa parte leggera ed efficace, può addirittura renderla divertente e stimolante.


All’inizio del corso vengono fornite delle “Mappe mentali” che facilitano l’orientamento dello studente secondo il sistema dei moduli e aiutano ad organizzare bene il proprio piano di studio.

Area culturale:

In questo settore del corso vengono studiate tutte le materie legate alla parte storico-culturale, filosofica ed etica dello Yoga. In particolare vengono affrontate le seguenti materie:

  • Soria dello Yoga e suo sviluppo nei contesti culturali dell’oriente
  • Filosofia dello Yoga, le varie scuole di pensiero dell’India
  • Testi e scritture fondamentali dello Yoga, tra i testi principali troviamo:
    • Bhagavad Giita
    • Yoga Sutras
    • Hata Yoga Pradipika
    • Gheranda Samhiita
    • Shiva Samhiita
    • Shiva Svarodhaya
  • Sanscrito, lingua tradizionale in cui sono redatti i suddetti testi storici
  • Kiirtana e bhajans (Canti tradizionali)
  • Etica dello Yoga

Area scientifica

In questo settore vengono studiate le materie necessarie ad una comprensione profonda delle pratiche Yoga in relazione al corpo umano. Non solo la conoscenza acquisita dalle scienze moderne ma anche le conoscenze antiche relative al corpo umano sono argomento di questa sezione.

Gli effetti delle pratiche, il modo in cui sono state sviluppate e gli obbiettivi che portano a raggiungere possono essere compresi in modo completo grazie allo studio delle seguenti materie:

  • Anatomia, Fisiologia, Patologia
  • Bio Psicologia: Centri e condotti sottili (Chakra e Nadi) e loro relazione con corpo e mente
  • L’energia vitale (prana)
  • Basi dell’Ayurveda (medicina tradizionale indiana)
  • Le pratiche Yoga in relazione ai disturbi fisici
  • La prevenzione attraverso lo Yoga

Area pratica

Questo è il Nucleo centrale del corso, l’area in cui vengono apprese le posizioni, gli esercizi, le tecniche di movimento, di purificazione  e di respirazione dello Yoga, le tecniche di Meditazione e di sviluppo personale.

Quest’area, che va a posizionarsi nel cuore del corso, è suddivisa in due settori nei quali vengono trattate le numerose tecniche in modo dettagliato:

Settore psico-fisico

  • Asana (posizioni yoga)
  • Uso degli attrezzi nella pratica
  • Mudra, bandha (tecniche accessorie)
  • Pranayama (tecniche di controllo dell’energia vitale attraverso il respiro)
  • Kriya (tecniche di purificazione per il corpo e per la mente)
  • Vinyasa (sequenze e movimenti)
  • Yoga Nidra (tecniche di rilassamento)

Settore psico spirituale

  • Pratiyahara (tecniche per il distacco)
  • Dharana (tecniche di concentrazione)
  • Dhyana (Tecniche di “contemplazione”: questo è il cuore della Meditazione)
  • Mantra japa (utilizzo di strumenti meditativi legati al suono)
  • Bhakti: Bhajans e Kiirtan
  • Seva e Tapas

Area didattico-logistica

In questo settore l’allievo è guidato nell’apprendimento delle metodologie di insegnamento. Viene insegnato come organizzare e gestire un corso, come gestire un gruppo di studenti, come guidare una classe di yoga o di meditazione, ecc.

Le materie trattate sono le seguenti

  • Organizzare e gestire corsi di yoga e meditazione
  • Creazione di materiali didattici ( sequenze delle pratiche proposte alla classe durante la lezione )
  • Parlare in pubblico
  • Il rapporto tra allievo ed insegnante
  • Deontologia professionale dell’Insegnante Yoga

Area psicologica

In quest’area didattica vengono introdotti e sviluppati gli strumenti necessari all’Insegnante per comunicare in modo efficace e sviluppare le risorse interiori e le qualità umane indispensabili per svolgere in modo coerente questo ruolo. L’Insegnante Yoga, proprio per la disciplina particolare che si accinge ad insegnare, deve avere una buona capacità di riconoscere le esigenze dei suoi allievi per poterli guidare in una pratica corretta e personalizzata attraverso un rapporto in cui la comunicazione gioca un ruolo importante.

  • Tecniche di comunicazione
  • Ascolto attivo
  • Tecniche di empowerment
  • Assertività ed autostima.

 

Le esperienze che farai nel corso:

La parte più importante del corso è quella che ti premette di fare l’esperienza della vita yogica fino in fondo attraverso un’orario adeguato per sentire gli effetti dello Yoga e della Meditazione in modo chiaro affinchè tu sappia cosa i tuoi futuri allievi possono aspettarsi dai tuoi corsi di Yoga.

Avremo anche momenti speciali in cui vogliamo farti fare esperienze capaci di liberare blocchi e paure che potrebbero ostacolare la tua creatività e intuizione mentre prepari e conduci le tue classi di Yoga.

Faremo lavori sull’assertività, sulla comunicazione, sul contatto e soprattutto sulla timidezza e l’imbarazzo. Una cosa che non dimenticherai saranno le meditazioni notturne in natura. Prepareremo il terreno per superare le paure più profonde con la pratica della Meditazione Tantrica…

 

Per prescriverei o chiedere informazioni prosegui a questo link.  E’ un corso con Diploma di livello Nazionale C.S.E.N e Yoga Alliance. 250 ore Istruttore Yoga  e step successivo di 250 ore per il livello Insegnante Yoga.