lavoro su di sè, LIse Bourbeau, metamedicina, psicosomatica

come approcciarsi alle problematiche dei polmoni con la metamedicina

 Con l’articolo di oggi esploreremo l’approccio della metamedicina rispetto alle problematiche di bronchi, polmoni  e diaframma nonché il tema delle allergie a cui faremo cenno.

Iniziamo dalle basi di anatomia e fisiologia: i bronchi sono deputati al trasferimento dell´aria dalla trachea agli alveoli polmonari. Sono fatti a forma di tubo semirigido e costituiti da diverse ramificazioni tanto da fargli assumere il nome di “albero bronchiale”. Ogni polmone ne possiede uno che, dopo essersi inizialmente suddiviso dalle 14 alle 17 volte, si divide ancora in ulteriori piccole ramificazioni che sviluppano i bronchioli. 

I disturbi che interessano i bronchi come la bronchite, la tosse, la broncopolmonite parlano della difficolta´ a prendere il posto che ci spetta o a mantenerlo. Spesso chi si ammala ai bronchi vive in una situazione in cui non riesce a far rispettare il proprio territorio o il proprio spazio vitale, non ne ha la capacita´ e vive in una situazione “soffocante”. 

Una mia cara amica soffriva da mesi di bronchite, che nonostante avesse curato con ogni mezzo possibile, non dava cenni di miglioramento. Parlandone insieme mi ha raccontato che viveva costantemente sotto pressione sia in famiglia che al lavoro. Si sentiva soffocare dai ripetuti interventi della madre in ogni ambito della sua vita mentre in studio, nonostante lei facesse di tutto per soddisfare i bisogni dei clienti e delle sue colleghe, spesso aveva l´impressione di non farcela dimostrando un atteggiamento di critica nei confronti di tutti. 

Lavorando sulla sua difficolta´ a prendere il  posto che le spetta nel mondo ha potuto finalmente liberarsi della brochite.

I polmoni sono l´organo principale del sistema respiratorio. Essi sono la sede dove avvengono gli scambi gassosi di ossigeno ed anidride carbonica.

E´ interessante notare la relazione tra cio´ che sta fuori e cio´che sta dentro. Essi rappresentano la Vita, il bisogno di spazio e di liberta´. Le varie sintomatologie legate ai polmoni, ci parlano di paura ossessiva di morire, di scoraggiamento per situazioni nelle quali non si vede via d´uscita e che ci portano a non voler piu´ vivere, di tristezza, di malinconia, di solitudine e di senso di colpa.

Quando ero piccola ho sofferto per diversi anni di asma allergica. Al tempo non si era trovata una vera causa e francamente mai nessuno capi´  perche´ spesso fossi colpita dagli attacchi d´asma. Chi diceva fossi allergica alla polvere, chi al pelo degli animali…

Quando ho incontrato la Metamedicina ho compreso come i miei attacchi d´asma potevano essere associati a certi momenti della mia infanzia in cui ho subito la “prepotenza” di una educazione all´antica. Ho vissuto nella rabbia e nell´impotenza.. che mi creavano molta tristezza ma soprattutto mi facevano sentire sola e indifesa. Crescendo l´asma e´ andata a sparire ma non completamente. 

 Con una liberazione della memoria emozionale ho potuto meglio garantire alla mia piccola Patrizia tutto l´ascolto ed il supporto che le sono mancati, liberandomi completamente dagli attacchi d´asma.

Il Diaframma

Il diaframma e´ un muscolo situato nell´addome a forma di cupola che divide il torace dall´addome. La sua funzione principale e´ inspirare ed espirare, ma agisce svolgendo un ruolo molto importante anche in altre diverse funzioni come cantare, ridere ed espellere.  

Facendo parte dei muscoli rappresenta lo sforzo ed essendo molto legato agli atti respiratori, rappresenta lo sforzo che sia fa per vivere. 

Per sciogliere tensioni, imparare ad usare consapevolmente il diaframma e´importante e necessario. Un maggiore apporto di ossigeno ai tessuti garantisce  scambi cellulari migliori,  efficaci sia per i nutrienti che debbono entrare che per gli scarti che debbono essere eliminati.

Respirare bene e in modo consapevole aiuta a centrarsi in momenti di stress o ad avere piu´ energia in momenti di calo. Il respiro e´ la sola evidente prova del tanto ricercato “qui ed ora”!

Le Allergie

Generalmente le allergie sono provocate da situazioni che non vengono accettate o che risvegliano ricordi di emozioni dimenticate.

0

Lascia un commento