Osho è uno dei miei grandi ispiratori e non lo sapevo fino a quando il libro dei discorsi tenuti da Osho “Una risata vi risveglierà” si trovò sul mio cammino.

Ci sono poche attività di valore immenso: la risata è una di queste.
Non devi impararla, non ne hai bisogno; è un dono naturale. […]

Vorrei che tu accettassi una sola preghiera, quella è la risata,
perchè quando sei totale nella risata, tu sei nel presente.
Non puoi ridere nel futuro, nè puoi farlo nel passato.

Solo nella risata sei davvero te stesso”.

Osho

Le sue posizioni sulla risata e sul pianto hanno aperto cuori e menti a molti e io ci sono arrivata un passo alla volta anzi una risata alla volta. La Risata ti libera.
Qui sotto un’anteprima sui tanti temi seri di cui faremo esperienza nel perCorso dedicato al   buonUmore di Hasya.     

Qui le date e le modalità di partecipazione.

  1. La risata è salute spirituale. La risata possiamo dire che è un bel modo per sentire leggerezza nella vita. Mentre si ride, semplicemente accade di mettere da parte la mente. 

    Per un uomo che non può ridere le porte del Buddha sono chiuse.

    La risata è uno dei più grandi valori. Nessuna religione ci ha mai pensato o meglio devono aver pensato al rischio che la risata rappresenta quindi…hanno sempre insistito sulla serietà e il  mondo intero ora possiamo dire che è psicologicamente malato? Come sarebbe stato se…?

    D’altra parte la religione è scritta dalle persone per gestire altre persone che si lasciano, consapevolmente o inconsapevolmente, gestire.

  2. Tutti abbiamo esperienza che una risata, una buona risata, una risata di pancia, ci si sente rinvigoriti con un livello di pace e  silenzio interiore che possiamo considerare una ricchezza liberatoria. Ciò accade anche per il pianto, anche se veramente poche persone conoscono il segreto per piangere, perché il pianto è ancor più represso, culturalmente parlando, della risate. Figuriamoci le lacrime di gioia!!

  3. La risata è un esercizio così salutare. Se qualcuno sta ridendo – ecco un perfetto esercizio, unisciti a lui. Se qualcuno sta giocando – e hai tempo, unisciti a lui.

  4. Milioni di persone hanno provato la meditazione e abbandonato, perché l’avevano presa molto sul serio. La religione è stata concepita come un affare molto serio – non lo è. Uno deve capire – almeno quelli che la pensano come me – che la religione è una gioco, risata. Prendi le cose con leggerezza; sbocceranno senza alcuna tensione. Se non prendi le cose con leggerezze non fai che renderle pesanti. 

  5. La vita ama ridere. Avrete forse notato che che l’uomo è l’unico animale in tutto il creato che è capace di ridere. La risata è l’unico segno distintivo che non sei un bufalo, non sei un asino; sei un essere umano. La risata definisce la tua umanità e la tua evoluzione. E la più grande risata è quella che rivolgi alle cose ridicole che fai. 

  6. Vorrei accettare una sola preghiera, ed è la risata, perché quando si è nel pieno della risata si è nel presente. Non si può ridere in futuro e non si può ridere in passato. Tutte quelle persone che hanno creato questa umanità slittata nel tempo hanno portato via tutto il succo, tutte le risate, tutti i sorrisi, e trascinato tutti in una dimensione di inautenticità. E se sei inautentico, insincero, non potrai mai far crescere il seme che ti è stato dato da questo grande universo compassionevole.

  7. Voglio che la mia gente capisca che perché solo l’uomo è capace di ridere, questo significa che la risata è il punto più alto di coscienza, il punto più alto di comprensione, il punto più alto dell’evoluzione. La risata è “il tempio della preghiera.” 

    La risata è un canto e un inno alla vita! E come dice San’Agostino “chi canta prega due volte”.

    Quindi la spiritualità è oltre ogni religione.

    guarire con la risata

  8. Vorrei che le persone potessero ridere con la potenza di un ruggito di leone. Così la risata diventa una esperienza straordinaria, perché è l’intelligenza al suo apice e attiva una intelligenza erotica in grado di muovere il potenziale creativo dell’individuo.

  9. Voglio essere preso in modo giocoso, non serioso – non con un britannico muso lungo, ma con una bella risata. La tua risata, la tua giocosità è il riconoscimento che mi hai capito. La tua serietà mostra che hai frainteso, hai perso il punto essenziale – perché la serietà non è altro che malattia. E’ un altro nome per chiamare la tristezza; è l’ombra della morte. E io sono tutto a favore della vita. Se rifiutarmi è necessario per la tua risata, per la tua danza, allora rifiutami pure – ma non rifiutare la danza e il canto e la vita, perché questo è il mio insegnamento.

  10. La risata è a suo modo unica; quando si ride, si è completamente immersi. Una risata che non sia totale sarà falsa, una pretesa, nient’altro che una performance. Così, quando si ride veramente, si ride in modo totale. Questo è uno dei pochi atti che si compie totalmente – è così che capisci che la risata è totale. Se mi vedi ridere, è una naturale conclusione che si tratta di un atto totale, perché corrisponde con la tua esperienza. Non si può ridere in parte. Prova, e vedrai che non funziona. Si può solo ridere totalmente. Questa è una qualità unica della risata. Ecco perché Osho ne ha fatto una meditazione – a causa della sua qualità unica: in una risata sei totale. Nessuno potrà mai ordinarti “Sii totale”.

  11. La risata è certamente molto speciale. Tutto il tuo corpo ride. Ogni atomo ed elettrone, ogni cellula del tuo corpo ride, partecipaTutta l’acqua del tuo corpo vibra profondamente generando una vibrazione con una capacità di diffondere per giorni il suo potenziale. Come si può essere a favore della serietà? Il corpo ritengo che sappia essere se stesso senza per questo essere serio. Semplicemente è. La serietà non può mai essere totale. E’ sempre parziale, è l’opposto della risata. La cosa dannoso e che la serietà diviene via via più angusta. Più serio sei, più limitato diventi. Il tuo corpo soffre, non vibra più. Non canta più. Quanto più vai verso il riso, più ampio e più aperto, più vulnerabile, più totale, diventi. 

  12. E per chi si fosse perso il pensiero di un noto economista Tarun TejpalNella vita due cose sono importanti: amare e ridere. Se ne hai una sei fortunato. Se le hai entrambe sei invincibile.”

    La Risata ha qualcosa di spirituale. La serietà è malata e sopratutto ammala. Questo ho imparato dalla vita, parola di Claudia!

    Il Buddha è un alchimista. Ti mostra la via per trasformare le tue energie, mutandoti dal vile metallo in oro. E’ uno scienziato della dimensione interiore; il suo approccio è assolutamente scientifico, per nulla filosofico.” Osho

    Il decalogo (+ 1) è tratto dalla rielaborazione commentata e personale di Claudia Poppi dal sito www.laughteruniversityonline.com di Sebastien Gendry e rappresenta una delle tracce esperienziali da cui rielaboreremo esperienze in occasione del perCorso del BuonUmore che promuovo con Hasya che, appunto, significa risata in sanscrito.

    Claudia e Hasya vi aspettano perchè La Risata ti libera

 

0

Lascia un commento